diablitos, costa rica, eventrip

La Fiestas de los diablitos, “la battaglia” contro i dominatori spagnoli in Costa Rica

Dal 30 dicembre 2016 al 8 febbraio 2017

Abitanti dei villaggi con addosso maschere lignee di diavoli e costumi di tela di iuta “combattono” contro i conquistatori spagnoli in una battaglia coreografica che culmina con la sconfitta degli europei. Nella riserva indigena di Boruca in Costa Rica ogni anno va in scena un festival di tre giorni, la “Fiestas de los diablitos – Festa dei diavoletti”, a simbolo della storica battaglia tra gli spagnoli e la popolazione indigena. L’evento si snoda tra due località situate nella riserva indigena di Brunka ed in particolare nelle località di Boruca (dal 30 dicembre al 2 gennaio) e Currè (dal 5 all’8 febbraio).

E’ la vittoria degli spiriti ancestrali sugli invasori: alcuni uomini si travestono da piccoli diavoli mentre un altro fa la parte del toro, simbolo degli spagnoli. Durante la festa i diavoli danzano attorno ad un fuoco in un rituale che è chiamato appunto “Danza de los diablitos”: solo gli uomini Brunka che hanno inciso le maschere con le loro mani possono prendere parte al rito, gli altri sono comunque benvenuti al villaggio.

La gente di Boruca è famosa per le loro maschere colorate fatte di legno di bassa, lo stesso impiegato nelle armi usate per fronteggiare il nemico spagnolo al suo arrivo, tra le più avanzate a quei tempi. D’altro canto i Brunka avevano solo gli spiriti animali a fargli da guida e proprio per rendere loro omaggio la gente indossa queste maschere ricavate dal legno e dipinte a mano. In occasione della festa è usanza bere la “chica”, una bevanda alcolica a base di grano fermentato preparato dalle donne dei villaggi.