Ferie delle Messi: a San Gimignano la tradizione della cavalleria e l’atmosfera medievale

Dal 17 giugno 2016 al 19 giugno 2016

Canti, balli e giochi di combattimento tra le contrade della città: a San Gimignano, in Toscana, ogni terzo fine settimana di giugno si ritorna improvvisamente indietro nel tempo. E’ la “Ferie delle Messi”, manifestazione storica medievale che mette in scena arti e mestieri tipici di quello che venne da molti etichettato come “Secolo Buio”. Dal 17 al 19 giugno, cantastorie, falconieri, sbandieratori e figuranti in costume ci consegneranno un ritratto un po’ diverso, foriero dei migliori auspici.
La manifestazione è organizzata dall’associazione “I Cavalieri di Santa Fina” (dal nome della patrona di San Gimignano, Fina dei Ciardi), fondata nel 1993 per far rivivere alcuni tratti tipici di quell’epoca. La tradizione cavalleresca sopravvive ancora oggi in questo piccolo centro toscano in particolar modo in occasione delle “Ferie Messium”, ricorrenza dedicata dalla popolazione al raccolto. Uno degli appuntamenti più attesi è sicuramente il Grande corteo, omaggio a Madre terra, simbolo di fertilità. Le quattro contrade di San Gimignano sfilano per le vie e le piazze: ognuna di esse presenta al pubblico il proprio cavaliere che si sfiderà alla celebre “Giostra dei bastoni”, sorta di combattimento a cavallo tra campioni armati di bastoni. Il vincitore si aggiudicherà la Spada d’Oro e riceverà in omaggio il cosiddetto “Drappellone”, con impressa l’immagine di Santa Fina.
Per informazioni sul programma completo dell’edizione 2016 clicca qui.