In Olanda per la fioritura dei tulipani e il Keukenhof

dal 24 marzo al 16 maggio 2016

Amsterdam, Paesi Bassi

Keukenhof, olanda, tulipani

Puoi trovarci sette milioni di fiori e, non lontano, le meravigliose distese di coltivazioni di tulipani. E’ il Keukenhof, il parco floreale più grande del mondo che dalle parti di Lisse, nell’Olanda meridionale, apre le porte dal 24 marzo al 16 maggio 2016. Solo otto settimane di tempo per avvicinarsi a una straordinaria bellezza naturale. Per arrivarci puoi seguire un percorso speciale, una strada che ti aiuterà a scoprire i segreti del parco e a capire perché questo paese ama così tanto i fiori. Se arrivi una mattina presto ad Amsterdam Centraal Station e, invece di prendere Damrak verso De Dam, giri subito a destra e, cercando di sfuggire alla folla che ti costringe a cambiare costantemente direzione, ti dirigi deciso verso Brouwersgracht, puoi scoprire che c’è molta serena bellezza che sopravvive intatta fra i canali di Amsterdam.

A metà aprile, nel periodo di massima fioritura dei tulipani, può fare ancora freddo ma, se non piove, l’aria è trasparente e frizzante, le facciate delle case antiche si specchiano nitidissime nell’acqua calma dei canali. Devi passeggiare lentamente attraversando i ponti tra un canale e l’altro. Devi cercare una prospettiva diversa, allontanandoti dalle immagini da cartolina che sopravvivono nella memoria di chiunque abbia già visto Amsterdam almeno una volta.

 

Le case d’Olanda e le stanze fiorite

Prova a sbirciare senza farti notare dentro le grandi vetrate delle case su Keizergracht. Fermati a scoprire i dettagli degli spazi interni aperti agli sguardi dei passanti perché tende e persiane sono oggetti che gli olandesi conoscono poco.

Canali Amsterdam
Amsterdam: le abitazioni tipiche e i canali

Ogni salone è arredato con eleganza essenziale ma anche con affetto, come se tutto dovesse sempre essere pronto ad accogliere gli amici che entrando si tolgono le scarpe e che vogliono sentirsi subito a casa. E poi cerca i fiori. Cerca i colori dei mazzi enormi di tulipani nei vasi di vetro trasparente che sono spesso l’unica concessione frivola nell’arredamento chiaro e lineare degli interni. Quei mazzi e quei fiori sono parte essenziale della vita quotidiana degli olandesi, come il latte e il pane della prima colazione.

 

Il treno verso Leida

Allora, se non è la prima volta che visiti Amsterdam, perché non provi a tornare sui tuoi passi, a rientrare nella grande stazione centrale e prendi il primo treno in direzione di Leida? E’ un modo unico e speciale, proprio nel momento della loro fioritura, per capire le ragioni della passione degli olandesi per i tulipani. Il treno non ci metterà molto tempo a percorrere i circa 40 chilometri che separano Amsterdam da Lisse.

I libri di Eventrip



 

La storia e la magnificenza

I primi bulbi di tulipano sono stati portati a Vienna dalla Turchia nel 1554 da Ogier de Busbecq, ambasciatore di Ferdinando I presso il Sultano ottomano. La popolarità del fiore e l’inizio della sua coltivazione nei Paesi Bassi, risalgono però al 1593, dopo la creazione da parte di Carolus Clusius del suo “hortus botanicus” presso l’Università di Leida. Clusius scoprì che, nonostante la sua apparenza fragile ed esotica, il tulipano era un fiore forte e capace di sopravvivere alle condizioni atmosferiche non esattamente favorevoli tipiche dell’Olanda. Quando i mercanti olandesi conquistarono l’agiatezza attraverso il controllo del commercio con le Indie orientali, il tulipano divenne il simbolo del loro successo, la decorazione unica e preziosissima che donava alle dimore signorili il tocco finale di magnificenza. In brevissimo tempo l’Olanda divenne rapidamente vittima della “Tulipomania”, il primo esempio di follia speculativa che coinvolse una popolazione tradizionalmente sobria e lavoratrice.

 

Lo spettacolo dal finestrino e il giardino straordinario

Intanto il tuo treno sarà già arrivato nei dintorni di Lisse e dovrai affacciarti al finestrino per godere appieno dello spettacolo delle distese infinite di prati coltivati, di quelle strisce a colori brillanti fatte di milioni di tulipani. Dalla stazione di Leida al Keukenhof sono ancora pochi minuti di viaggio in autobus ma quando attraversi l’ingresso del parco inizi già a capire perché questo è il tempio della passione olandese per i tulipani. Un tempio dal nome semplice, “il giardino della cucina”, nato per essere l’orto del castello della Contessa Jaqueline di Hainaut ma trasformato dalla passione dell’architetto Jan David Zocher in un giardino unico e ricchissimo di una straordinaria varietà di piante e fiori.

 

La bellezza e il ricordo

Inaugurato ufficialmente nel 1949 dall’allora sindaco di Lisse, il Keukenhof è ritenuto oggi uno dei parchi botanici più belli del mondo ma per capirne davvero l’unicità devi lasciarti andare e consentirti di vagare senza meta fra le centinaia di aiuole piene di tulipani sorprendenti e coloratissimi, entrando nelle serre che proteggono specie rare e delicate di altri fiori come orchidee, narcisi, giacinti. Percorrendo i trenta ettari di parco soffermati ad osservare anche gli altri visitatori fra i quali ci sono turisti ma anche tantissimi olandesi. Famiglie con molti bambini, coppie, gruppi di persone anziane, tutti armati di macchine fotografiche e della memoria delle visite fatte negli anni precedenti, pronti a rivedere gli stessi viali e le stesse aiuole per capire se la bellezza è ancora all’altezza del loro ricordo.

 

I campi colorati e il sussurrio di una barca

E dopo aver visto da vicino e con calma lo spettacolo del Keukenhof regalati una passeggiata in bicicletta per le strade che costeggiano i terreni coltivati a strisce di tulipani intorno a Lisse, oppure concediti un tour con le “whisper boats”, barche elettriche che silenziosamente ti accompagnano in un lungo giro dei canali che circondano il giardino.

La fioritura dei tulipani: in giro lungo i canali

Ad un certo punto dovrai decidere di tornare verso Amsterdam, ma tornando sui tuoi passi saprai di poter raccontare a chi te lo chiederà di aver capito con assoluta certezza perché la mattina, insieme al latte e al pane, gli olandesi devono portare a casa un mazzo di fiori freschi, meglio se tulipani.

VOLA IN OLANDA

© RIPRODUZIONE RISERVATA