Il Sydney Festival, la più grande festa cittadina del mondo

7-29 Gennaio 2017

Sydney, Australia

sydney festival australia eventrip

Istallazioni interattive, parate con acrobati, opera, concerti rock, musica folk e persino battaglie stile Mad-Max. Sono queste solo alcune delle cose che troverete alla 40 edizione del Sydney Festival: una programmazione di eventi multiculturali che ha come scenari i luoghi più famosi e affascinanti della città più antica e seducente d’Australia. Dal teatro d’avanguardia al Burlesque, dai concerti Jazz alla musica aborigena. Il Sydney Festival è una macchina di dimensioni poderose capace di soddisfare i palati più sopraffini con spettacoli teatrali e musicali di altissimo livello e di regalare momenti indimenticabili ad un pubblico più festaiolo e giocherellone.

Il Sydney Festival è un evento multiculturale con numeri da capogiro. Per ogni edizione, in media, sono in programmazione più di 400 performance e circa mille artisti provenienti da più di 20 paesi. Gli spazi dove prende vita la più grande festa cittadina del mondo sono molti: la Sydney Opera House, il palazzo del Municipio, interi quartieri, parchi, luoghi pubblici e ex-ferrovie. Per l’edizione del 2016 la Sydney Opera House presenta, in esclusiva per il Festival, l’Orchestra Anima Eterna di Brugge. Grazie allo studio storico di spartiti e strumenti d’epoca, sotto la direzione di Jos Van Immerseel, sarà possibile ascoltare la Nona Sinfonia così come Beethoven l’aveva immaginata.

Dal 2012 al 2014 il Municipio di Sydney si è trasformato nel Paradiso at Town Hall, così chiamato in omaggio all’omonimo Paradiso di Amsterdam, tempio della musica e centro multiculturale dal 1968. Nel corso degli anni il Festival ha ospitato, proprio qui, grandi nomi della scena musicale mondiale: Tom Waits, Kurt Vile, Bjiork, Brian Wilson, Grace Jones, Manu Chao, Elvis Costello. Per l’edizione 2016 The Domain ha ospitato i Flaming Lips,  la leggendaria band statunitense famosa per  gli arrangiamenti psichedelici e i travolgenti e spettacolari allestimenti scenici.

I libri di Eventrip



Tra archeologia industriale e istallazioni di cartone
L’arte non è solo da vedere ma anche da realizzare in prima persona e poi distruggere. Presso il Darling Harbour Olivier Grossetête, l’artista marsigliese famoso per le sue effimere architetture, ha coinvolto il pubblico nella costruzione e demolizione dei due edifici realizzati completamente in cartone e nastro adesivo.

Per assistere a rappresentazioni contemporanee più innovative bisogna spostarsi presso i Carriageworks, un esempio di archeologia industriale riconvertita a centro multiculturale. Per l’edizione del Festival 2016 i  Carriageworks hanno ospitato “Woyzeck” il capolavoro dello scrittore tedesco Georg Büchner. Portato sugli schermi da Werner Herzog, a teatro ha avuto moltissime edizioni ma quella presente in esclusiva a Sydney è l’adattamento di Jette Steckel con musiche di Tom Waits e Kathleen Brennan.

Il Riverside Parramatta presenta “La Verità” della Compagnia Finzi Pasca ispirato ad una tela di Salvador Dalì. Combinando circo, clown, acrobazie, danza e musica la Compagnia Finzi Pasca dà sfogo alla propria immaginazione in un’esperienza emozionante.

Gli spazi verdi e gli acrobati
Nel cuore della città, a Hyde Park, il Meriton Village Festival affianca e arricchisce l’offerta culturale del programma principale. Adulti e bambini possono sentirsi raccontare le storie degli indigeni australiani o semplicemente prendere in prestito dalla City of Sydney’s Lawn Library un libro da leggere sul prato in attesa di partecipare ad un corso per diventare acrobati da circo, per realizzare il proprio orto in terrazza o partecipare ad una visita notturna dei luoghi più caratteristici della città. Si mangia anche al Village Festival e tra i grandi ospiti di una passata edizione c’era il Gelato Messina. La famiglia Palumbo da più di 100 anni realizza il miglior gelato d’Australia domandandosi “come lo avrebbero fatto in Sicilia?”Anche agli estremi del mondo, un pizzico d’Italia non manca mai.

Le origini del Sydney Festival
Come spesso accade le origini di qualcosa di grande non sono frutto di un’attenta pianificazione ma dipendono dal caso. Sydney, situata sulla costa sud-orientale dell’Australia, alla fine degli anni cinquanta organizza il Festival Waratah, una sorta di sagra paesana, in coincidenza della fioritura del fiore omonimo. Gli amministratori della capitale dello stato del New South Wales non ci mettono molto per capire che agli australiani piace stare d’estate in città e nel 1977 ribattezzano la festa popolare cittadina Sydney Festival che negli anni si è trasformata nell’evento di rinomanza internazionale che è oggi.
Foto: gentile concessione del Sydney Festival

L'AEREO PER L'AUSTRALIA

© RIPRODUZIONE RISERVATA