The Boat Race, la sfida tra Oxford e Cambridge

27 marzo 2016

London, Regno Unito

boat race, oxbridge, londra

Ventisette marzo, lunedì santo quest’anno. L’arbitro stringe in mano una moneta d’oro del 1829, intorno a lui la tensione è alle stelle. Lungo le sponde del Tamigi, decine di migliaia di spettatori con il fiato sospeso aspettano la carambola della sorte: tocca allo sfidante, il presidente del club che ha perso l’edizione precedente, scegliere testa o croce. Chi vince la scommessa decide su quale ansa del fiume si posizionerà la sua squadra, Surrey o Middlesex, in base alle condizioni atmosferiche. Un vantaggio che può rivelarsi decisivo per vincere la gara.


Boat Race: l’edizione 2014

Le regata storica a sud di Londra

Oxford e Cambridge, “Oxbridge”: le due più antiche università del Regno Unito – Cambridge fu fondata nel 1209 da un gruppo di studiosi che abbandonò Oxford per l’ostilità dei suoi abitanti – sono rivali in tutto, anche nello sport. The Boat Race è la storica regata di canottaggio (la prima risale al 1829, dal 1836 a Londra), una delle più importanti del mondo, che ogni anno ripropone la grande sfida tra due squadre di otto vogatori: un tracciato di 6,8 chilometri sul Tamigi tra Putney e Mortlake, a sudovest di Londra.

Boat Race
Boat Race: i due team nelle acque del Tamigi

Il tifo sul Tamigi e nei pub

Teatro della contesa è quel tratto di fiume che si chiama Tideway, da “tide” (marea), molto difficile da navigare: la direzione della corrente infatti, che si muove velocemente, cambia a seconda della marea, mentre il livello dell’acqua sale e scende. Per gli inglesi è un appuntamento da non perdere, per i visitatori l’occasione per una full immersion in una festa popolare “very british”. Ogni anno, lungo le rive del Tamigi si radunano oltre 250mila spettatori, mentre più di sette milioni di persone seguono l’evento in diretta incollate alla tv su BBC1. Il pubblico si affolla nei bar, nei ristoranti e nei pub disseminati lungo il percorso.

I libri di Eventrip


Il palmares e l’arrivo

La regata anche quest’anno sarà al cardiopalma, all’ultima pagaiata, dopo un periodo di duro allenamento durato mesi. Cambridge conduce la sfida con 81 vittorie a 79 e detiene anche il record di velocità: 16 minuti e 19 secondi, realizzato nel 1998. La regata, come tutti gli anni, si concluderà a ridosso di Chiswick Bridge, il ponte che venne aperto dal Principe di Galles nel 1933.

Boat Race
Boat Race 1978: il team di Cambridge mentre affonda

 

Le vogatrici e l’oltraggio

Ma non solo gli uomini. Anche le donne entrano in acqua. Nel 1927, quando la prima gara femminile si disputò a Oxford, secondo il Times di Londra “sulle sponde del fiume era assiepata una folla piuttosto ostile”. Gli spettatori uomini rumoreggiavano, indignati per l’oltraggiosa sfida lanciata dalle vogatrici al costume dell’epoca. Da allora, le gare femminili si svolgono in maniera intermittente fino alla metà degli anni Sessanta, poi negli anni Settanta il canottaggio femminile diventa disciplina olimpica – l’attuale allenatrice del team di Oxford, Natasha Townsend, ha gareggiato due volte alle Olimpiadi nella squadra britannica, a Pechino nel 2008 e a Londra nel 2012 – ma le squadre hanno continuano a vivacchiare tra alti e bassi finanziari. E le gare non si sono mai svolte in contemporanea con “la” Boat Race maschile.

 

Boat Race
Boat Race: un team femminile

 

Le riscossa delle donne

Lo scorso anno, finalmente, c’è un fatto nuovo, che ha reso davvero speciale l’edizione 2015 – la numero 161 – della BNY Mellon Boat Races. Per la prima volta nella storia della regata, le donne (Newton Women’s Boat Race) sono scese in acqua lo stesso giorno degli uomini (BNY The Boat Race): il pomeriggio dell’11 aprile. Sulla stessa distanza e con i medesimi colori: divisa azzurra per i due team di Cambridge, blu scuro per gli atleti e le atlete di Oxford. Sembra incredibile: nella patria delle pari opportunità e del politicamente corretto, l’evoluta Gran Bretagna, ci sono voluti più di ottant’anni per raggiungere questo obiettivo. “Finalmente siamo arrivati alla parità di genere. La gara di canottaggio femminile ha una lunga tradizione e ora si apre un nuovo capitolo della sua storia”, ha commentato orgogliosa Helena Schofield, presidente del club femminile di Cambridge. I vincitori hanno raggiunto il traguardo in 17 minuti e 34 secondi, battendo Cambridge di 19 secondi. E quest’anno, chi vincerà?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

VOLA A LONDRA